Apri Menu Chiudi Menu
Libre Creative Suite
Libre Creative Suite: libera la tua creatività

Rilasciato GIMP 2.10

GNU Image Manipulation ProgramThe GIMP (GNU Image Manipulation Program) è uno fra ai programmi per foto ritocco più popolari, dal 1995 ha rappresentato l'alternativa "Libre" per i lavori di ritocco fotografico, creazione di grafica per i siti web, per la creazione di icone (bitmap) di flyer etc. Dalle prime versioni ad oggi GIMP è molto migliorato e molti dei problemi di usabilità sono stati risolti. (...)

In questi giorni, dopo 6 anni di lavoro, il team di sviluppo di GIMP ha rilasciato la nuova versione stabile la 2.10 che ha aggiunto decine e decine di nuove funzionalità, corretto bug, esteso la documentazione e molto altro. Fra le novità di maggior rilievo abbiamo:

  • nuova GUI, quattro temi (Light, Gray, Dark e System) per personalizzare l'interfaccia, la disponibilità di nuove icone simboliche, oltre a quelle a colori classiche, disponibili in 4 dimensioni, così da meglio adattarsi alle caratteristiche dello schermo e alle preferenze dell'utente
  • porting delle librerie GEGL che consentono, fra le altre cose, di lavorare con immagini a 32 bit per canale colore e di aprire ed esportare file PSD, TIFF, PNG, EXR e RGBE nella fedeltà nativa
  • elaborazione multi-threading per utilizzare più core della CPU, sia a livello di librerie GEGL, sia a livello di  core di GIMP. Anche l'elaborazione via GPU è disponibile per i sistemi con driver OpenCL stabili
  • il rilancio della gestione del colore nel core di Gimp ha permesso a tutti i widget di effettuare elaborazioni utilizzandola direttamente, inoltre ora viene utilizzato LittleCMS v2, che consente di utilizzare i profili colore ICC v4. Per finire sono state introdotte una serie di funzionalità che fanno uso degli spazi colore CIE LAB e CIE LCH
  • nuovi strumenti con supporto per la selezione subpixel
  • aggiunto il supporto per CJK altri linguaggi non occidentali

Gimp insieme a Inkscape e Scribus rappresenta una Libre Suite per grafici con cui è possibile fare praticamente ogni tipo di lavoro in ambito grafico, sia per il web che per la carta stampata, dal momento che uno dei principali "limiti" di Gimp, la mancanza di supporto per lo spazio colore CMYK, è in realtà supportata a livello di plugin con cui le funzionalità di base di Gimp possono essere molto estese.

Per quanto riguarda la migrazione al software libero o open source Gimp ha tutte le carte in regola, essendo multi piattaforma, e consentendo quindi di iniziare dai software applicativi prima di passare al sistema operativo come GNU/Linux, e offre una nutrita serie di guide, howto e video tutorial, anche in italiano. Parafrasando Richard Stallman, è un altro passo verso un obiettivo, in questo caso, il passo è tutt'altro che piccolo.

Ok voglio aggiori dettagli sulle funzionlità di GIMP.